Video Highlights su Turismo e Rifiuti

Giovedì 28 marzo alle ore 20.30, presso il ristorante “Il Borgo” a Bagnaia, avrà luogo la terza riunione pubblica del Movimento 5 Stelle Viterbo, la seconda dedicata alla presentazione e discussione del programma politico per le elezioni comunali 2013.

Fabio Pascucci, attivista, presenta il punto ‘ambiente e rifiuti‘ di cui è responsabile e che è una delle “stelle” più ardenti della filosofia del Movimento 5 Stelle.
Il rispetto per l’ambiente dovrebbe essere alla base di ogni iniziativa che una amministrazione voglia intraprendere, perché solo con un equilibrio tra progresso e conservazione dell’ambiente è possibile garantire innovazione e benessere. E l’ambiente è un tema ovviamente strettamente collegato a quello dei rifiuti. L’obiettivo da raggiungere, nelle nostre intenzioni, è quello del “rifiuti zero”.

Che si ottiene con queste parole d’ordine:
• NO ALL’INCENERIMENTO DEI RIFIUTI;
• RACCOLTA DIFFERENZIATA SPINTA SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE;
• CREAZIONE DI CENTRI DI RICICLO E RECUPERO CON TRATTAMENTO MECCANICO E BIOLOGICO DEI RIFIUTI (MODELLO VEDELAGO);
• COMPOSTAGGIO DELL’UMIDO CON REALIZZAZIONE IMPIANTO SU AREE RURALI VICINE AI LUOGHI DI UTILIZZO DEGLI AGRICOLTORI ED INCENTIVAZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO;

Con anticipo vanno attivati corsi di formazione alla cultura del riciclo nelle scuole e la comunicazione a riguardo deve essere assidua e capillare. La cittadinanza deve vivere il comportamento nei confronti degli scarti in modo virtuoso e non come un’obbligo schiavizzante.

La Pubblica Amministrazione deve dare il buon esempio, vincolando gli acquisti ai materiali eco-compatibili e avviandosi gradualmente ad usare biocarburante per le proprie autovetture, da ottenere con raffinazione degli oli domestici usati (come già avviene nel comune di Corchiano). Va inoltre verificato il rispetto delle percentuali previste per la raccolta differenziata da parte della nuova società gestore del servizio di raccolta rifiuti.

Si deve elaborare una nuova e puntuale tariffazione per la tassa comunale sui rifiuti, al fine di premiare i comportamenti virtuosi della cittadinanza. La grande distribuzione va obbligata ad installare distributori alla spina per ogni utilizzabile categoria di prodotto e a ridurre il numero di imballaggi. Inoltre, va incentivata la pratica del vuoto a rendere.

In generale, un’amministrazione comunale virtuosa nella gestione dei rifiuti dovrebbe incentivare tutte le attività di recupero delle materie prime e seconde da ricollocare nel ciclo produttivo e promuovere occasioni solidali di scambio e baratto, come i mercatini del riuso.

Barbara Latilla, architetto, presenta in qualità di responsabile del punto programma, la nostra visione sul tema delle acque termali, le cui virtù devono essere di beneficio in particolar modo per l’economia cittadina.
Il Movimento 5 Stelle è contro il monopolio delle risorse ad oggi esistente e intende stipulare accordi di concessione più vantaggiosi per la città. Ri-connettiamo la fascia di sorgenti allineate lungo l’antica Cassia e valorizziamole da un punto di vista economico, turistico e ambientale.

Diamo opportunità di sviluppo di turismo termale delle altre sorgenti con l’approvazione di progetti di costruzioni eco-compatibili e di basso impatto ambientale.
Proponiamo un nuovo tipo di turismo che affianchi la cura termale all’esplorazione del nostro territorio in bici, a cavallo e a piedi, percorrendo sentieri e strade alla scoperta di bellezze naturali e archeologiche.

Inseriamo le terme in un circuito di eventi culturali programmati nell’arco dell’anno, di divulgazione scientifica, visite didattiche, manifestazioni artistiche, musicali, teatrali.
E incentiviamo il turismo congressuale e la presenza promozionale nelle varie fiere di settore.

Inoltre, l’eco-sistema delle aree termali, compromesso dall’inquinamento, va recuperato con opera di rimboschimento ed utilizzando un sistema di viabilità rurale da incentivare con percorsi ciclabili, pedonali e a cavallo. Si intende in questo modo creare un’area dove tutte le sorgenti siano connesse l’una con l’altra e con la città. Questo sistema sarà la base per l’incentivazione di un turismo durevole che possa essere una risorsa economica per la città ma allo stesso tempo possa divenire lo spunto per tutelare e ripristinare l’ambiente.

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?