UN MARKET SOLIDALE A VITERBO? SI PUO!

Per un mercato solidale.

 

La crisi economica che stiamo vivendo ha determinato problemi anche per molti cittadini sino ad ora estranei a situazioni di difficoltà.

Per questo il solo lavoro svolto sin qui dal settore dei servizi sociali non è più sufficiente e riteniamo necessario che il Comune ricorra ad iniziative innovative e forti.

Abbiamo già presentato la proposta di adesione al progetto degli SCEC, una moneta di sconto che potrebbe aiutare molte famiglie viterbesi. A questa aggiungiamo l’istituzione di un “market virtuoso e solidale” presso cui distribuire generi alimentari e non, provenienti da esercizi commerciali che metterebbero a disposizione i prodotti non più in vendita (per vicinanza di scadenza o perché con packaging rovinato) ma anche reperibili attraverso collette alimentari o forniture in donazione.

 

I criteri con cui individuare gli aventi diritto al servizio potrebbero essere il reddito ed il numero di componenti il nucleo familiare ma anche attraverso il lavoro volontario, che i cittadini potrebbero offrire in cambio di punti spesa. In questo modo si potrebbe creare un modello che rispetti anche la dignità dell’individuo.

 

Associazioni, comitati e movimenti di volontariato potrebbero collaborare al progetto. Ad esempio, associazioni che si occupano di “banca del tempo” potrebbero gestire quei cittadini che volessero offrire il proprio contributo in “ore di lavoro” in cambio di punti spesa; organizzazioni che già operano nella raccolta e distribuzione di generi in scadenza potrebbero offrire il loro aiuto nella fase di reperimento e consegna dei generi; gruppi che a vario titolo si occupano di sostegno domiciliare potrebbero offrire un servizio di consegna a domicilio della spesa per quei soggetti che non avessero possibilità di accesso al locale su strada.

 

Ovviamente il progetto dovrebbe essere a costo ridotto per l’amministrazione ed a parte il capitale iniziale si potrebbe prevedere la possibilità di un piccolo contributo per le fasce meno in difficoltà che volessero comunque accedere al market solidale.

Tale iniziativa infatti non vuole solo essere un aiuto economico ma anche un invito ad un consumo più virtuoso degli alimenti. ricordiamo infatti che i generi reperiti sarebbero in gran parte destinati al macero anche se ancora commestibili ed utilizzabili. Il loro recupero ne impedirebbe la inutile distruzione con benefici per l’ambiente ed anche per gli esercenti che non dovrebbero affrontare le spese di smaltimento.

In definitiva, il market solidale è un progetto importante e ambizioso, su cui siamo disposti al massimo confronto con tutte le forze politiche della città. Siamo infatti convinti che in questo delicato momento più che le motivazioni politiche servano atti concreti in favore dei nostri concittadini.

 

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?