Rifiuti, e ci risiamo!

Viterbo, 13 novembre 2014

È mai possibile che siamo qui di nuovo a parlare dei rifiuti di Viterbo? È mai possibile che la raccolta differenziata venga attuata in modo così dilettantesco e maldestro quando esistono solo leggi da applicare ed esempi virtuosi da seguire?
Vieni a Viterbo e vedrai cose, che occhi umani non hanno mai veduto… rifiuti abbandonati ai bordi delle strade, cittadini smarriti con il proverbiale sacchetto in mano, la ditta demandata alla raccolta che “si dimentica” di raccogliere, uno dei centri storici più belli d’Italia lasciato nel degrado a causa, bisogna dirlo, sia dell’inciviltà di chi lo abita e frequenta ma anche di una amministrazione che, è evidente, non sa cosa sia la raccolta differenziata porta porta e gli indubbi vantaggi che ha per i cittadini… se fatta bene.
E come sempre accade nessun responsabile, nessuno ha colpa… ”applicheremo l’ennesima penale” dice qualcuno; embè?!, diciamo noi! …e dopo? Automaticamente i problemi scompaiono? Non sarebbe ora di rescindere il contratto con Viterbo Ambiente come anche previsto dal contratto? L’art. 5 comma 3 prevede espressamente la rescissione al verificarsi di circostanze che rendano non più opportuna la sua prosecuzione (per ogni causa legittima) (…) con preavviso di sei mesi. (…) escluso ogni risarcimento ed indennizzo. Cosa aspettiamo? Di diventare una nuova Napoli, con tutto il rispetto per la splendida città partenopea, di cui tutti abbiamo stampati in mente i cumuli di immondizia sparsi nelle strade e mostrati dai media di tutto il mondo?
Leggiamo sulla stampa che sempre lo stesso qualcuno afferma: stiamo parlando dell’era della raccolta dell’umido, che permetterà – secondo stime effettuate – un’impennata significativa della percentuale di differenziata. Dall’attuale 35% fino a picchi del 60% (http://urly.it/2quh)
Ma ci chiediamo, l’assessore Saraconi sa che nel Comune di Oriolo Romano nel primo anno di raccolta differenziata si è arrivati al 65% grazie ad un attento studio preliminare effettuato da una ditta specializzata e a una capillare informazione ai cittadini?
L’assessore Saraconi sa, ad esempio, che il regolamento dei rifiuti di Viterbo prevede all’art. 17 lo smaltimento del tetra pak con la carta e il cartone e che invece, nei suoi volantini, Viterbo Ambiente invita a gettarlo nell’indifferenziato? Cosa aspettiamo, quante altre prove dell’inefficienza ci servono?

Lo scopo di un servizio come la differenziata porta a porta è quello di diminuire il conferimento in discarica favorendo l’ambiente, e allo stesso tempo premiare i cittadini diminuendo le tasse sui rifiuti, non di creare ulteriori disagi!
Siamo intenzionati a richiedere la lista delle sanzioni comminate a Viterbo Ambiente, e qualora dovessimo riscontrare che la rescissione poteva essere chiesta ed attuata già da tempo, ci riserviamo di chiedere le dimissioni dell’assessore.
La misura, a nostro parere, è colma.

MoVimento 5 stelle Viterbo

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?