Partecipazione popolare, Si grazie!

Viterbo 1 maggio 2015

Il Movimento 5 stelle ha come suo pilastro fondante la partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica dello Stato e conseguentemente dei numerosi comuni che lo compongono.

Il Testo Unico degli Enti Locali, promuove libere forme associative e organismi di partecipazione popolare all’amministrazione locale e prescrive che ogni comune si doti di appositi regolamenti che permettano di attuare in pratica quanto previsto dalla legge e conseguentemente dagli stessi statuti comunali.

Nello Statuto della città di Viterbo, che a quanto ci risulta è stato promulgato nel 2000, gli strumenti di partecipazione sono previsti, ma non sono ancora stati emanati i regolamenti attuativi, mancanza che di fatto impedisce la partecipazione popolare come prescrive la Legge.

È nostra intenzione quindi, presentare a breve un Ordine del Giorno urgente che colmi questa lacuna, anche in relazione al fatto che il Comitato “Non ce la beviamo” recentemente ha annunciato di voler indire un referendum inerente la gestione del servizio idrico integrato, tematica questa di grande importanza sociale per la nostra città.

Quanto prima quindi raccoglieremo le firme dei consiglieri comunali necessarie alla presentazione di questo importante documento, che siamo certi l’amministrazione comunale vorrà accogliere per dare la possibilità ai propri concittadini di esprimersi e di partecipare attivamente alla vita pubblica di Viterbo.

MoVimento 5 stelle Viterbo

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?