MA DEL BILANCIO DEL COMUNE DI VITERBO INTERESSA A QUALCUNO?

L’impressione è che più che al bilancio, l’interesse dei politici nostrani in vista delle prossime elezioni, vada esclusivamente verso i soliti giochi della politica.
L’impressione  è  che c’è chi cerca di buttarsi dalla nave che affonda con la speranza che i cittadini dimentichino che per quattro anni ne ha tirato i remi, chi cerca di recuperare una dignità politica di partito calpestata  a favore della poltrona, chi tenta di ottenere tutto il consenso possibile prima della fine del mandato per poter “pesare” di più nel momento in cui sarà decretato il vincitore e chi cerca di regolare conti lasciati evidentemente troppo in sospeso. Tutto ciò avviene nell’ incuranza del danno che la gestione vergognosa della pratica amministrativa più importante di un comune, il suo bilancio, sta arrecando all’immagine della politica.
Per quanto ci riguarda abbiamo già interpellato il Prefetto di Viterbo affinché intervenga qualora lo ritenga necessario, per porre fine a questo indecoroso spettacolo e auspichiamo che l’ultimo rinvio determini un suo intervento almeno per dare un termine ultimo, visto che dopo tutti i rinvii ed i consigli saltati non si può escludere un altro passo falso di una maggioranza allo sbando.
Il nostro portavoce,nel frattempo, continua a portare in consiglio le nostre proposte. Siamo convinti che la coerenza e competenza dimostrate sin qui siano la migliore rappresentazione di un movimento che non vuole sottostare ai giochi della vecchia politica e che vuole proporsi come vera alternativa  allo sconsolante paesaggio politico locale.
Le nostre proposte saranno discusse in consiglio una per una, emendamento per emendamento e non accetteremo alcun accordo o proposta di maxiemendamento. Se Sindaco e consiglieri troveranno condivisibili progetti o proposte le voteranno, altrimenti potremo comunque dire di aver fatto conoscere ai viterbesi alcune delle nostre intenzioni per quando ci candideremo alla guida della città.
Peccato infine che la mancanza dei due consiglieri di Forza Italia impedirà molto probabilmente, qualora se ne presentasse l’occasione, di far approvare proposte della minoranza e chissà, magari la bocciatura dello stesso bilancio. Probabilità questa molto remota, ma che visti i tanti dissensi espressi sin qui non è nemmeno da scartare del tutto.
C’è da sottolineare che anche l’assenza di consiglieri di maggioranza spesso critici, almeno a parole, verso l’amministrazione renderebbe molto più facile il lavoro a Michelini. Il nostro portavoce ha votato,infatti, contro questa convocazione di consigli che, di fatto, non tutelano la possibilità di presenza di consiglieri di entrambe le parti.
Un vero peccato quindi che dopo più di un mese di ritardo si sia stabilito proprio un giorno in cui non potranno essere presenti pezzi di minoranza e di maggioranza “critica” perché, per noi, porre termine a  questa amministrazione è l’unica soluzione  auspicabile per Viterbo.
Speriamo solo che a mantenere ancora in vita questa amministrazione non siano proprio le assenze: sarebbe il colmo!

Movimento 5 Stelle Viterbo

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?