Lettera Aperta al Presidente Zingaretti

Sig. Presidente della Regione Lazio,

Le scriviamo a proposito del patto che Lei ha siglato il 10 maggio presso il Caffè Schenardi di Viterbo.

Mentre Lei sottoscriveva il patto, gli altri, la maggior parte, ne firmavano uno con i cittadini viterbesi, una sorta di codice di regolamento etico e di morale politica: come ci comporteremo una volta eletti. Certo, il codice non fa propaganda e quindi può e deve passare in secondo piano.

Per il patto con i cittadini viterbesi però, gli altri sospendevano la propria campagna elettorale: i viterbesi  e la città sono più importanti della promozione e della campagna elettorale.

Capiamo comunque che non capita tutti i giorni di avere a Viterbo un presidente: il Presidente della Regione Lazio. Tuttavia La ringraziamo per aver preso degli impegni per, e con la nostra città.

Pensiamo infatti che Lei non li abbia sottoscritti solo con Michelini e che possano essere mantenuti solo nel caso in cui il candidato in questione vincesse le prossime elezioni.

Impegni che Lei ha riassunto in 6 punti, fossero stati 10 ci avrebbe ricordato un altro politico che firmò un patto con gli Italiani in diretta TV.

Come Lei stesso ha detto, è venuto a Viterbo come “semplice sostenitore” e non come presidente della regione, tant’è che non ha usato nemmeno l’auto blu.

Anche per questo La ringraziamo, nonostante ci dovrebbe spiegare come fa un semplice sostenitore a siglare un patto con quello che Lei definisce il futuro sindaco di Viterbo.

Non vogliamo insinuare dubbi, ci mancherebbe … Le crediamo sulla parola!

Crediamo infatti che Lei da “semplice sostenitore”, si sia impegnato in 6 punti che per la loro attuazione richiederanno qualche milione di euro.

Gli impegni che ha assunto vanno dalla progettazione di un ulteriore tratto della superstrada Viterbo Civitavecchia, al rilancio termale anche attraverso la cessione della parte di comproprietà della regione sulle terme ex INPS, allo START UP per le imprese, allo sviluppo delle aree artigianali, al rilancio dell’attività del centro storico e alla salvaguardia dell’ambiente e della salute con riferimento ai rifiuti e all’arsenico nell’acqua.

Confidiamo e Le siamo grati per il patto che ha sottoscritto, che immaginiamo si concretizzerà indipendentemente da chi vincerà le prossime elezioni, perché finalmente qualcosa verrà fatto per Viterbo.

Abbiamo preso nota degli impegni e già il 28 maggio, ci prodigheremo affinché Lei metta in cantiere quanto ha promesso alla città, anche qualora le elezioni fossero vinte da un’altra compagine politica.

Lo pretenderemo perché Lei  ha preso un impegno con Viterbo. Oppure l’impegno lo ha preso solo con Michelini … ?

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?