Emendamento – Mozione su Centro Storico

Il nostro programma amministrativo prevedeva l’intenzione di chiudere il centro storico alle autovetture private, lo scopo sarebbe quello di renderlo più vivibile sia per la cittadinanza che per i turisti. I commercianti nelle nostre intenzioni avrebbero usufruito di questa situazione. Abbiamo quindi accolto favorevolmente la delibera dell’assessore Ricci che prevedeva la definizione e le linee guida per la valorizzazione e recupero del centro storico del capoluogo e delle frazioni.

Le linee d’indirizzo previste nella delibera, tra cui la chiusura progressiva del traffico veicolare, l’individuazione e realizzazione di parcheggi fuori le mura, la delocalizzazione del mercato del sabato da piazza del sacrario, la riqualificazione di piazza del plebiscito e in particolar modo la riqualificazione dei locali sotto lo storico portico della piazza, l’incentivo e/o contributi per il recupero di facciate di edifici privati, il rispetto e la valorizzazione delle fontane monumentali, trovavano il nostro parere favorevole ed abbiamo quindi votato favorevolmente alla delibera, anche nei vari emendamenti presentati in maniera bi-partisan, tra cui l’abbattimento delle barriere architettoniche. Abbiamo anche proposto dei nostri emendamenti, accolti come raccomandazioni, che prevedevano un incremento delle aree pedonali, delle quote mensili agevolate per i residenti del centro storico per quanto concerne l’uso dei parcheggi esterni, l’utilizzo esclusivo di mezzi ecologici all’interno della cinta muraria, la possibilità di mercato coperto, l’istituzione di un albo di professionisti riconosciuti per i lavori di riqualificazione d’immobili del centro storico, l’individuazione di aree per piste ciclabili e la programmazioni di attività culturali da svolgersi nel centro storico durante tutto l’arco dell’anno. Purtroppo l’amministrazione, che pure era partita in maniera rispettosa di quanto richiesto nella delibera, ha poi dovuto fare una parziale marcia indietro a causa dell’opposizione dei comitati dei commercianti. Pur condividendo alcune delle obiezioni fatte dai commercianti avremmo preferito un atteggiamento più coerente da parte dell’amministrazione, e soprattutto una maggiore condivisione delle scelte effettuate. Ad oggi la delibera è ancora valida e la nostra posizione in merito non è cambiata.

Scarica File: EMENDAMENTI - Centro storico
Articolo Precedente Articolo Successivo