ARSENICO: Indagine Epidiemologica del Servizio Sanitario Regionale

Sull’onda della Conferenza Stampa tenutasi il giorno 18 ottobre presso la sede dell’Ordine dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri a Viterbo, il Movimento 5 Stelle Viterbo ritiene fondamentale rendere noti alla cittadinanza i risultati dell’indagine che il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio ha avviato sugli effetti sulla salute della popolazione nei 91 Comuni del Lazio per i quali è stata richiesta la deroga a 20 microgrammi per litro, relativamente alla presenza di arsenico nelle acque.

Da premettere che la UE ha stabilito livelli inferiori a 10 microgrammi/ litro, che l’OMS ha auspicato valori inferiori a 5 μg/l e che i medici affermano che, essendo l’arsenico un cancerogeno di classe 1 che causa diverse patologie neoplastiche e non, non si può parlare di soglia minima e deve essere quindi assente nelle acque destinate al consumo umano.

In seguito allo studio, che mette a confronto i Comuni maggiormente esposti (la provincia di Viterbo è quella maggiormente esposta alla contaminazione rispetto alle altre province del Lazio) con quelli a bassa concentrazione di Arsenico nelle acque, si è potuto constatare, nei Comuni con una esposizione più elevata, un eccesso di mortalità per tutti i tumori, in particolare per quello del polmone e della vescica, nei maschi, e del polmone nelle donne. Si è inoltre constatato un aumento della mortalità per malattie del sistema circolatorio, un aumento dell’ipertensione arteriosa e di malattie ischemiche del cuore. Un eccesso di mortalità si evidenzia anche per le malattie dell’apparato respiratorio e per diabete mellito.

L’esposizione ad AS è stata associata anche ai rischi di esiti negativi della gravidanza e ad effetti sulla salute dei bambini più piccoli, (neoplasie infantili, disturbi neuro cognitivi e sindrome dismetabolica per esposizione materno-fetale). I bambini sono ad alto rischio se consideriamo che assumono arsenico attraverso gli alimenti (pane, pizza ed alimenti a base di riso) in quantità due o tre volte maggiore di quella degli adulti.

Si devono pretendere a gran voce il rispetto delle direttive europee e il mantenimento immediato delle promesse fatte per la realizzazione dei dearsenificatori, senza nuove giustificazioni, perché il denaro pubblico è stato speso negli anni per interventi assaimeno vitali e nobili.

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?