Il M5S di Viterbo sfiducia il sindaco

Viterbo 28 maggio 2015

In consiglio comunale, sui giornali e in rete in questo periodo è tutto un gran parlare di persone che criticano l’operato e la, francamente evidente, incapacità di governare di questa amministrazione. Poi però, quando si tratta di passare dalle tronfie parole ai meri fatti, tutti si defilano.
Rinfreschiamo la memoria di chi legge sui fatti più salienti di questa consiliatura; va da se che se dovessimo elencarli tutti riempiremmo un libro quindi riportiamo quelli che a nostro modo di vedere sono da leggere come i più evidenti e pesanti fallimenti di questa amministrazione:

– la mancata discussione della pratica di decadenza di due consiglieri comunali già condannati in secondo grado per danno erariale che può portare come conseguenza la possibile invalidazione degli atti amministrativi votati dal consiglio comunale come sostanzialmente confermato dal segretario generale in una recente seduta;

– l’incapacità di reperire in tempi brevi un assessore alle politiche sociali che potesse sostituire quello dimissionario evidenzia un palese e inaccettabile disinteresse per un importantissimo settore la cui precaria situazione risulta da mesi aggravata, tra l’altro, anche dall’assenza del dirigente preposto;

– l’incapacità di gestire il contratto sui rifiuti solidi urbani ed il mancato rispetto delle indicazioni del consiglio comunale che dava mandato per richiedere la sospensione del conferimento dei rifiuti extra provincia, che raggiungono da soli il 44% del conferito annuo, provoca un evidente pericolo di saturazione anticipata della discarica sita sul territorio comunale, con un reale pericolo di trovarsi in mezzo a un’emergenza rifiuti;

– il mancato rispetto della volontà popolare espressa con petizioni ha portato ad insistere nella costruzione di una palestra in quartiere Santa Barbara anche davanti alla netta contrarietà dei cittadini ivi residenti;

– la frammentazione del quadro politico, sotto gli occhi di tutti, si palesa con le frequenti discussioni all’interno della stessa maggioranza i cui capigruppo e consiglieri hanno pubblicamente lamentato carenze ed inefficienze della giunta comunale, sfiduciando di fatto e a più riprese l’operato del sindaco;

Quanto sopra, solo per citare alcuni esempi. Riteniamo perciò che il Consiglio Comunale non possa ulteriormente assistere passivo, solo per tutelare egoisticamente la propria sopravvivenza, ad una così grave situazione senza farsi complice di una inaccettabile inerzia dell’amministrazione, a tutto danno della comunità e dei cittadini.

Il Movimento 5 stelle, perciò, in occasione dell’odierno consiglio comunale, ha presentato una mozione di sfiducia al sindaco che verrà messa a disposizione di tutti i consiglieri che volessero firmarla e passare così dalle parole ai fatti.

MoVimento 5 stelle Viterbo

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?