…e la casta continua per la sua strada

Viterbo, 6 luglio 2015

La casta che siede nel consiglio comunale di Viterbo, continua imperterrita a parlare di poltrone, di equilibri politici e non pensa neanche lontanamente a occuparsi della città.

Nell’ultima seduta di consiglio abbiamo provato a proporre una diminuzione di spesa per quanto attiene le sedute delle commissioni consiliari. Ogni seduta di ogni commissione dà diritto ad un gettone di presenza; va da sè che più commissioni vengono convocate più gettoni vengono erogati.

Abbiamo proposto l’anticipazione all’Ordine del giorno di una nostra mozione che proporrebbe in buona sostanza di attuare un metodo di lavoro che preveda l’inoltro delle mozioni comunali alle commissioni competenti solo in caso di oggettiva necessità di approfondimento e valutazione tecnica inserendo direttamente all’ordine del giorno dei lavori del consiglio comunale quelle che invece non abbiano tale necessità.

La nostra proposta è stata bocciata dal consiglio che si è chiuso in fretta in quanto la decisione sulla decadenza di uno dei consiglieri condannati per danno erariale (l’altro ha pagato estinguendo il debito e le cause di incompatibilità), che doveva essere il punto successivo da discutere, continua a procurare imbarazzi nella maggioranza ed è stata quindi rinviata nonostante il recente interessamento del prefetto che ha chiesto notizie in merito dopo una nostra segnalazione.

È deprimente toccare con mano, quanto i nostri politicanti locali siano in tutto e per tutto simili a quelli nazionali di vario colore politico; il frutto non cade lontano dall’albero verrebbe da dire sorridendo, se non fosse che i soldi sono i nostri. Abbiamo intenzione di continuare cosi?

MoVimento 5 stelle Viterbo

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?