CULTURA

La cultura è un’importante componente della vivibilità di una città laddove questa mira al benessere dei cittadini. In tempi di crisi come il nostro risulta difficile riuscire ad offrire più eventi di richiamo culturale che prevedano spese consistenti. Per questo la nostra intenzione è quella di ampliare l’offerta di eventi coinvolgendo le tante realtà culturali locali attraverso un loro Censimento e realizzando  incontri periodici con le suddette realtà finalizzati al confronto sulla cultura a Viterbo.

prevediamo un censimento delle realtà culturali attive sul territorio per la creazione di un gruppo rappresentativo che partecipi attivamente alla Commissione cultura per:

vigilare che gli eventi finanziati dal Comune siano adeguati alla città e alle sue peculiarità ;

proporre iniziative innovative che permettano a Viterbo di entrare a far parte del tessuto culturale nazionale;
elezione democratica, all’interno della Commissione, del Direttore Artistico del Teatro dell’Unione.

proporre iniziative innovative che permettano a  Viterbo di entrare a far parte del tessuto culturale nazionale;

nell’ambito della Commissione “Cultura permanente” individui criteri di assegnazione realmente condivisi, che tengano in considerazione l’esigenza cittadina di avere spazi destinati a laboratori, spazi destinati alla realizzazione di spettacoli e spazi destinati all’allestimento di esposizioni di arte classica e contemporanea

intendiamo anche effettuare un Censimento delle strutture facenti parte del demanio comunale allo scopo di individuazione delle strutture  da assegnare a realtà culturali territoriali;

recupero e valorizzazione di luoghi non comunemente destinati alla cultura al fine di rendere l’intera città un’ “area espositiva” permanente.

organizzazione di un festival di artisti di strada;

“incrocio di sculture”:  un concorso di scultura tra licei artistici e accademie di belle arti per la realizzazione di un’opera da esporre al centro della rotatoria di Valle Faul ( e altre rotatorie), in modo da abbattere i costi di gestione e manutenzione della stessa, offrendo uno spazio di creatività e cultura nel pieno della” giungla” cittadina.

Predisposizione dal punto di vista logistico e burocratico di ogni spazio pubblico cittadino affinché sia “capace” di ospitare eventi;

promozione della città come approdo “facile” per una varietà sempre maggiore di artisti e con la prospettiva di diventare punto di riferimento delle arti di strada internazionali e organizzazione di un festival di artisti di strada

valutazione dell’opportunità di dotare Viterbo di un teatro tenda.

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?