CONTRO LA PIAGA DEI MANIFESTI ELETTORALI ABUSIVI

Ad ogni elezione si ripete la stessa ridicola pantomima:

PD, NCD, FI & Co occupano ABUSIVAMENTE gli spazi elettorali riservati ad altri, incollando i propri manifesti sulle plance elettorali di altri partiti/movimeti.

Una semplcie riflessione: se un candidato o partito non rispetta, ancor prima di venire eletto, le regole di civiltà e convivenza, come si comporterà una volta eletto?

Segue una lettera aperta del M5S ai candiadati:

 

Quando è stagione di elezioni lo schifo di quest’Italia torna visibilissimo sulle plance per i manifesti elettorali. L’abusivismo domina ovunque, continuo, determinato, spudorato, attivissimo ad ogni ora del giorno e della notte.

Si occupano gli spazi destinati agli avversari, si coprono quelli spettanti all’amministrazione comunale, ci si impossessa in maniera illegale degli enormi 6×3 in vari punti della città.

É una prassi talmente solida e diffusa che nessuno vigila, nessuno contrasta, spesso nessuno sa più cosa sia legale e cosa no. Ne siamo stati testimoni per l’ennesima volta, a Viterbo come a Marta, Capodimonte, Piansano. Ovunque, lo sappiamo, inutile ripeterlo.

E la politica, quella comunale a noi più vicina, tace. Perché, parliamoci chiaro, tutti i partiti lasciano fare in questo modo.

É il costume italiano, arrogante, prevaricatore, intrinsecamente violento.

Vi chiediamo signori politici, capi di sezione, presidenti di partito: prendete in disparte i vostri volontari, i dipendenti e le cooperative che lavorano per voi pagati in modo giusto, regolare e trasparente con i soldi dei contribuenti, ordinate loro di terminare questa pratica incivile, dite loro che da domani il vento cambia, il paese diventa onesto e le leggi riguardano tutti, i potenti e i deboli, dirigenti e cittadini comuni. Altrimenti siete lettera morta, siete solo parole e dimostrate a chi ha l’onestà intellettuale per vedere che in fin dei conti non ardete di desiderio per migliorare la vostra città e la vostra nazione. Vivacchiate, cercate di galleggiare, sedete sulle poltrone solo perché nessuno vi tira via con la sufficiente forza.

Dimostrateci che non è così, dateci un segno che siete ancora vivi, perché la missione politica va fatta con energia sempre, senza dormire, curando ogni dettaglio, con rettitudine, onestà, imparzialità. Ancora una volta, sempre. Poi, quando avrete dato tutto al paese e sarete giustamente stanchi, tornerete al lavoro che avete lasciato oppure ai nipotini che potrete guardare con dignità. Non è una piccolezza quella che denunciamo. Non è propaganda.

É l’ennesima prova che l’Italia, quella che amministrate Voi, funziona male, è disonesta, è deviata. Siamo stanchi, ma non di combattere.

Al lavoro, correte a strappar via le vostre facce illegalmente esposte!

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?