Contro la piaga dei manifesti abusivi : bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?

Rissunto delle puntate precedenti:

Dopo aver constatato la scandalosa ed aberrante violazione della legge da parte di tutte le liste elettorali tranne “tsipras” e “M5S” nell’affissione del manifesti elettorali, il M5S di VT decide di supportare questa battaglia di civiltà e prova a fare qualcosa in merito.

In particolare:

1) Il M5S VT invia una lettera aperta ai candidati delle altre liste invitandoli a rispettare la legge;

2) Gli attivisti tempestano di telefonate la polizia locale per sollecitarne l’intervento;

3) Vengono consegnati circa 20 esposti di altrettanti cittadini ognuno dei quali corredato da foto circostanziate recanti data e luogo dell’infrazione;

4) Il nostro portavoce Gianluca De Dominicis sollecita un intervento tempestivo del sindaco che, si ricorda, dovrebbe essere il garante del rispetto della legalità in tale ambito A PRESCINDERE da esposti o solleciti.

Sino a mezzanotte di venerdì, ora dopo la quale le affissioni sarebbero state proibite, la situazione era tristemente uguale a se stessa:

Manifesti di candidati NCD, FI, Lega, FdI, PD & co affissi selvaggiamente su ogni spazio disponibile, coprendo i legittimi propietari degli spazi

Manifesti della candidata NCD Angelilli affissi, in un momento del pomeriggio, su tutte le plance elettorali, da sinistra a destra, coprendo TUTTI gli spazi elettorali

Manifesti della candidata NCD Angelilli fuori misura consentita affissi indiscriminatamente sopra spazi altrui
(potete vedere tutte le infrazioni in questa foto)

IMG-20140523-WA0000
e così via.

Poi, come per magia, sabato mattina, qualcosa sembra cambiare.

Arrivano le prime foto, si sparge la voce: un camioncino del comune sta passando ad oscurare i manifesti abusivi sulle plance.

ecco un paio di scatti post intervento :

IMG-20140524-WA0011

IMG-20140524-WA0004
Come si può notare osservando CON ATTENZIONE le foto, si constata che l’unica lista che aveva rispettato esattamente il proprio spazio è proprio il M5S, tanto che i pochi altri superstiti hanno i manifesti “tagliati” a metà, in pratica avendo coperto abusivamente molto più spazio di quanto era a loro riservato.
Due note ironiche a margine
1) Molte liste sono SPARITE DEL TUTTO: cosa significa?

Semplice, erano stati talmente ABUSIVI che avevano affisso i loro manifesti in spazi totalmente di altri, neanche un manifesto SUL LORO SPAZIO, che altrimenti sarebbe stato risparmiato!

Almeno il vostro spazio, usatelo!
2) Sparisce la “povera” lista Tsipras, che era stata l’unica a rispettare il limite di un solo spazio occupato…
Come si spiega? O avevano sbagliato spazio, o più probabilmente, qualche abusivo aveva attaccato sopra di loro ed è poi stato oscurato dall’azione del Comune.

Questo secondo punto fa capire quanto sia deleteria l’azione degli abusivi, che in questo modo hanno impedito ad una lista di poter fare la giusta campagna (e conseguentemente privato il cittadino di una corretta informazione).

Tanto per fare un paragone, ecco come appariva la stessa plancia della prima foto un paio di giorni prima (per il M5S è cambiato solo il manifesto, stesso spazio occupato)

IMG-20140520-WA0002

VITTORIA QUINDI?

beh, dipende se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto.
E’ mezzo pieno se :
notiamo che l’azione di alcuni cittadini ha finalmente “smosso” chi fin da subito avrebbe dovuto agire

E’ invece “mezzo vuoto” se notiamo due interessanti coincidenze.

La prima è che l’azione è avvenuta a 24 ore dalle elezioni, condendo agli abusivi ampio spazio illegale prima delle elezioni.
La seconda, più grave, è che il famoso furgoncino è passato a fare la sua azione solo su alcune plance, le più periferiche, lasciando intonse nella loro illegalità straripante posti centrali come Piazzale Gramsci o Piazza della Rocca, o di grande passaggio come Viale Trieste (scuola elementare della quercia, tra l’altro sede di votazioni).
La cosa è strana, è evidente che al famoso furgoncino sono state date precise istruzioni, ma come si giustificano?
Se sono partiti perchè si sono riscontrate come vere le irregolarità segnalate, perchè intervenire solo “a macchia di leopardo”?

E allora anche noi decidiamo di fare i “ringraziamenti” a metà

Ringraziamo i cittadini che hanno telefonato, fotografato e fatto esposti per pretendere che l’onestà tornasse di moda
Ringraziamo il sindaco per ave fatto, in fondo, “qualcosa”

Ma
NON RINGRAZIAMO

il sindaco (o chi per lui) per aver effettuato una strana selezione dei posti in cui intervenire.
i candidati, o i comitati, per non aver per primi rispettato la legge consentendo il triste spettacolo delle affissioni abusive.

Qualcuno ci ha detto che sarebbe meglio occuparsi di cose “più serie”.
Noi rispondiamo che:
1) Innanzi tutto sarebbe importante occuparsi ANCHE di cose più serie, non SOLO di cose più serie;
2) L’onestà è sempre una cosa seria, il rispetto della legge anche;
3) Oscurare “avversari” politici illegalmente ci sempbra molto serio;
4) Presentarsi illegalmente a dei cittadini cui si chiede il voto ci sembra molto serio;
5) Non rispettare la legge pretendendo di essere eletti per fare le leggi, ci sembra altrettanto serio.

Speriamo che anche voi che leggete consideriate questa battaglia, vinta, per la legalità una cosa seria e che abbiate deciso anche in base a questo NON RISPETTO della legge per chi NON VOTARE.

E alla fine, secondo voi… il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto?

mezzopienomezzovuoto

(la battuta recita che, esserndo per metà pieno di acqua e per metà di aria, tecnicamente E’ COMPLETAMENTE PIENO, di due sostanze :) )

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?