Biutiful taun

…continua la crisi della gestione rifiuti a Viterbo

Il MoVimento 5 Stelle sollecita il primo cittadino a riferire sulla situazione in cui versa il servizio di gestione raccolta rifiuti, sulle intenzioni dell’amministrazione nei confronti del contratto e sulla nomina del nuovo assessore competente alla luce degli avvenimenti recentemente occorsi.

Si parla di uno dei più importanti servizi del comune di Viterbo, anche dal punto di vista economico, con un valore di circa 50 milioni di euro in 6 anni, che ha presentato e continua a presentare delle evidenti criticità quanto a risultati sul territorio e a cui fa seguito una delicata situazione che sta determinando il commissariamento della società appaltatrice.

Come se la situazione non fosse già abbastanza complicata, ricordiamo che il Sindaco ha rimosso mesi fa l’assessore competente sulla questione senza ancora indicare un successore. Una figura, questa, che, a nostro avviso, dovrà essere prioritariamente in possesso di capacità e conoscenze specifiche e che speriamo non venga invece scelta solo perché rispondente a meri calcoli politici, inerenti più problemi di equilibri di maggioranza che non le necessità dell’amministrazione e quindi dei cittadini.

Vorremmo inoltre sapere se l’amministrazione stia valutando l’eventuale possibilità di rescissione del contratto e, nel caso, quali siano le linee che intendesse adottare a fronte delle carenze rilevate dalla attuale gestione del servizio nel caso di un nuovo appalto.

Il Movimento 5 Stelle presenterà, in anticipo sui tempi, un ordine del giorno a tal proposito, indicante chiaramente le priorità che un eventuale nuovo affidamento del servizio dovrebbe prevedere e che rispondano alla filosofia “rifiuti 0”, quali:

– attribuzione puntuale della tariffa in base al reale conferimento dei cittadini con conseguente sensibile riduzione della imposta per i cittadini virtuosi;

– sistema di vendita dei rifiuti riciclati che contribuisca alla riduzione della tassazione a carico dei contribuenti;

– estensione del porta a porta su tutto il territorio comunale;

– realizzazione di centri per il conferimento degli ingombranti;

– promozione di iniziative imprenditoriali impegnate nel riciclo e nel riuso dei materiali;

– perseguimento di progetti e iniziative volti a ridurre a monte la produzione di rifiuti ed a diminuirne il conferimento a discarica attraverso siti di raccolta e ridistribuzione di arredi e suppellettili riutilizzabili.

Riteniamo doveroso che un argomento di tale rilevanza riceva la giusta attenzione da parte dell’amministrazione che invece sembra proseguire con il suo ormai noto atteggiamento di attesa.

Nell’impossibilità di avere queste informazioni nella commissione competente, inagibile per “crisi politica” ed in assenza di un assessore di riferimento ci rivolgiamo al sindaco, sperando di avere delucidazioni rassicuranti.

Articolo Precedente Articolo Successivo

Perchè non dai uno sguardo anche ad uno di questi articoli?